Legacoopsociali Piemonte rappresenta le cooperative che perseguono gli interessi generali della comunità gestendo servizi socio-sanitari ed educativi (cooperative sociali di tipo A), oppure favorendo l’inserimento lavorativo di soggetti socialmente svantaggiati (cooperative sociali di tipo B).

Tra le cooperative piemontesi vi sono alcune tra le più grandi realtà del nostro paese, oltre a cooperative di dimensioni minori che offrono servizi innovativi e qualificati nel campo dell’integrazione sociale e sanitaria e nel welfare di comunità, nell’inserimento lavorativo di fasce deboli del mercato del lavoro.

In generale le cooperative sociali A si occupano di assistenza domiciliare e servizi rivolti alla disabilità, attività educative e riabilitative, animazione culturale e sociale, mediazione culturale, gestione di asili nido e servizi all’infanzia, comunità alloggio e case famiglia, centri e residenze diurne e notturne, sportelli informativi e di orientamento, attività di formazione e tutoraggio per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.
Le cooperative sociali B operano prevalentemente nel comparto pulizie, igiene e manutenzione ambientale, ma non mancano alcune esperienze interessanti in altri ambiti, ad esempio nel campo della ristorazione o della produzione artistica.

Legacoopsociali rappresenta le cooperative nei rapporti con la Regione e le istituzioni locali, realizza attività di promozione, formazione e ricerca nel campo delle politiche sociali e delle politiche attive del lavoro e offre servizi innovativi e di qualità nel territorio in risposta a bisogni emergenti.
Tra gli obiettivi strategici, persegue la regolazione di un mercato socialmente orientato, attraverso la partnership con il sistema pubblico e promuove inclusione e coesione sociale, tramite relazioni e alleanze, quali il Forum Regionale del Terzo Settore e le reti di cittadinanza attiva.

Responsabile Legacoopsociali: Anna Di Mascio

Coordinatore del Comitato Direttivo: Paolo Petrucci